22. A Carlo Gualteruzzi (10 gennaio 1534, Firenze)

Mittente
Giovanni Della Casa
Destinatario
Carlo Gualteruzzi
Data
10 gennaio 1534
Luogo di partenza
Firenze
Luogo di arrivo
Fano
Incipit
Ho la vostra de’ 3 Gennaro, nella quale non mi scrivete
Explicit
et mi rallegro con voi et meco che stia bene et secondo nostro desiderio.
Abstract
Si discute di due uffici: il primo riguarda una somma di denari che Casa doveva dare a messer Puccio tramite padre Martino, il secondo è avvenuto a Marsilia e ha fruttato al Casa una somma di 80 scudi. Si menziona una lite che coinvolge alcune illustri signore conosciute dal Casa, per la quale manca un procuratore: si domanda a Gualteruzzi di svolgere questa funzione. Vi è un breve riferimento alla questione dei denari da far avere a Francesco Berni, già trattata nella lettera precedente (n. 21). Messer Prospero crede che Casa sia a Roma, ma questi è a Firenze. A Gualteruzzi viene detto di pur mandar le lettere per mano di monsignor de’ Medici. Da monsignor Soranzo Gualteruzzi riceverà notizie di Goro, suo figliuolo.
Nomi citati
Roberto Pucci, Martino, Francesco Berni, Luigi Rucellai, Buonaccorso, Prospero, Guido (?) de' Medici, Pietro, Filippo, Giovanni Agostino Fanti, Vittore Soranzo, Goro Gualteruzzi
Note
Altre copie della lettera sono conservate nel ms. Vat. Lat. 10979 (c. 30r, copia parziale) della Biblioteca Apostolica Vaticana e in Archivio Segreto Vaticano, Borghesano IV, 174 (c. 23r, copia parziale).
Documenti
BAV_Chig.R.II.54, 294r-295v
Edizioni
Cugnoni 1889, pp. 18-19
Moroni 1986, pp. 11-12
 
Formato TEI / XML