23. A Carlo Gualteruzzi (20 gennaio 1534, Firenze)

Mittente
Giovanni Della Casa
Destinatario
Carlo Gualteruzzi
Data
20 gennaio 1534
Note alla data
Il ms. non riporta l'anno, indicato qui come 1534 in relazione agli argomenti della lettera.
Luogo di partenza
Firenze
Luogo di arrivo
Roma
Incipit
Ho due vostre, l’una del 20 et l’altra de 28 di Dicembre
Explicit
Messer Giovan Agostino sarà credo fra 15 giorni in Roma.
Abstract
Casa risponde a due lettere ricevute da Gualteruzzi il mese precedente. La prima trattava di una lite fra un’illustre signora e tale Pier Matteo, per la quale a Roma si richiede la presenza del Casa in qualità di testimone; qui tuttavia si risponde che al momento è impossibile pensare a una partenza da Firenze. Casa chiede che si trovino altri testimoni e, se ciò non fosse possibile, che si risolva la situazione inviando i documenti per lettera. Si trasmettono in seguito alcune informazioni riguardo ad affari fra Francesco Berni e Luigi Rucellai. Troviamo menzione del sonetto della gelosia e di quello scritto a Cosimo Gheri, del quale non sono piaciuti i primi due versi a Pietro Bembo. La lettera si chiude con un accenno a Molza e un riferimento al suo mal francese.
Nomi citati
Pier Matteo, Lelio Torelli, Roberto Pucci, Francesco Berni, Luigi Rucellai, Buonaccorso, Giovanni (?) Bianchetti, Cosimo Gheri, Pietro Bembo, Francesco Maria Molza, Cello (Marcello) Canzo, Giovanni Agostino Fanti
Note
Altre copie della lettera sono conservate nei mss. Vat. Lat. 10979 (c. 7r, copia integrale) e Vat. Lat. 14827 (c. 170r, copia parziale) della Biblioteca Apostolica Vaticana.
Documenti
BAV_Chig.L.VIII.303, 4r-5v
Edizioni
Opere 1733, V, pp. 193-194
Opere 1752, II, pp. 135-136
Campana 1907-1909, XVI, p. 57
Moroni 1986, pp. 8-10
 
Formato TEI / XML